SOLIDARIETA' CON ALESSANDRO BARBANO, DIRETTORE DEL MATTINO DEFENESTRATO PER NON ESSERSI PIEGATO AI NUOVI POTERI


La presidenza del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito ha diffuso la seguente nota:

Un assordante silenzio ha accolto il brutale licenziamento del direttore de "Il Mattino" Alessandro Barbano. Con significativa e non casuale tempestica Barbano e' stato letteralmente defenestrato: indubbiamente e' colpevole: colpevole di aver diretto "Il Mattino" facendone un quotidiano autorevole per contenuti e collaboratori, attento ai problemi e alle questioni della citta', della Regione, del Mezzogiorno d'Italia. Colpevole di aver diretto un giornale che ha saputo affrontare tematiche scomode, come quelle relative alla crisi gravissima della giustizia e dell'ambiente. Colpevole di essere stato un direttore che ha saputo tenere la schiena dritta e opporre una resistenza civile alle ondate di demagogia in questi giorni prevalente. Colpevole di non essersi piegato agli interessati diktat di una proprieta' che evidentemente gia' si adegua ai  "gradimenti" di quelli che oggi sembrano essere i nuovi "potenti", e null'altro sono se non le controfigure di chi li ha preceduti, due facce di una identica medaglia.
 
Siamo solidali con Barbano; e amareggiati ma non stupiti prendiamo atto che siamo in pochi a stringerci al suo fianco. Lo comprendiamo: si corre sempre in soccorso del vincitore. Dove sono i tanti sempre disponibili, a parole, a procombere di libertà di stampa e informazione?