I carovanieri impegnati nel tour pugliese oggi hanno raccolto le firme per la proposta di legge per la separazione delle carriere nelle carceri di Trani e Turi. Prossima tappa Bari


Domani la Carovana per la Giustizia raggiungerà Bari, nella giornata di oggi sono state raccolte quasi 300 firme dai detenuti di Trani e Turi.  Al momento in tutta Italia sono 63300 le firme raccolte dall’Unione delle Camere Penali Italiane, con l’apporto del Partito Radicale.

“È il solito mondo a parte” lo afferma l’avvocato Marco Scillitani, neo iscritto al Partito radicale ai microfono di Radio Radicale sollecitato da Sergio D’Elia

“ogni volta che si entra in carcere si entra in un’altra dimensione che è isolata e chiusa. Come sempre. Quello che ho riscontrato stamattina è qualcosa di diverso però, non la solita disperazione, ma un misto anche di consapevolezza. Al di là delle singole situazioni che ognuno a tentato di esprimere perché chiaramente è come trovare una bottiglia in cui metterci un messaggio, la prima cosa che si può fare è buttarla in mare. Questa volta ho trovato maggiore consapevolezza, probabilmente la voce che gira su questa proposta per la separazione delle carriere, anche se forse non porterà ai risultati che loro sperano, comunque gli da una speranza”.

Rosa Caposiena è avvocato e consigliere del Comune di San Severo nelle file di Forza Italia, ha deciso di prendere la tessera del Partito Radicale

“ho avuto un dubbio circa la compatibilità con le mie connotazioni politiche, ma ovviamente mi sono state fugate tutte”. E continua “e grazie proprio al Partito  Radicale che abbiamo avuto tutto quei grossi cambiamenti sociali, che si sono avuti soprattutto alla fine degli anni ’80 e ’90 in Italia”.

La delegazione del Partito Radicale ha raccolto oltre 10 iscrizioni che fanno salire a più di 1800 il numero degli iscritti al Partito di Marco Pannella. Come da mozione del congresso 2016, è indispensabile raggiungere quota 3000 entro la fine del 2017 e riconfermare lo stesso numero per il 2018, pena lo scioglimento dello stesso e la fine delle battaglie che hannocambiato il volto di questo Paese.

Aggiornamenti sul sito www.carovanaxlagiustizia.it